Paolo Anella

Architettura, inserimento ambientale e paesaggistico

Laureato nel 1988 presso la Facoltà di Architettura Valle Giulia di Roma, con una tesi progettuale sperimentale col prof. G. Moneta, con il quale già dal 1986 collabora nel C.I.R.Ter. (Centro Interdipartimentale Ricerche sul Territorio) Università “La Sapienza” di Roma, svolgendo attività di ricerca sulle valenze paesaggistiche del territorio della bassa Etruria

Nel 1990 si abilita all’esercizio della professione, iscrivendosi all’Albo dell’Ordine degli Architetti di Roma, (n. 9119 nel 07/06/90) e intraprende la carriera professionale. 
Nel 1992 si avvicina alla bioarchitettura, svolgendo un’opera di divulgazione e diffusione delle nuove metodologie e tecniche; socio dell’INBAR, nel 1993 organizza il primo convegno internazionale di Bioarchitettura a Roma; collabora con lo studio P.R.A.U. e con EUROSOLAR-ITALIA per la progettazione ecologica degli edifici.

Nel 1994 analizza le potenzialità della fitodepurazione visitando i maggiori impianti esistenti in Italia, che lo porta nel 1996 a collaborare con la società ECOMED (Comune di Roma), con la quale amplia i concetti di bioarchitettura verso un’analisi complessiva di sostenibilità ambientale, collaborando a vari studi come Il Piano di Azione Ambientale del Comune di Roma, a vari progetti Europei, in particolare il progetto MED-URBS, nel quale già nel 1995 sviluppa i concetti d’inserimento urbanistico degli impianti di fitodepurazione per interventi di riqualificazione urbana, che lo porta nel 1998 a progettare il primo impianto di fitodepurazione urbano a Roma, nell’ambito del progetto Europeo URBAN.

Inoltre sviluppa aspetti di gestione sostenibile del ciclo delle acque in ambito urbano con approccio sistemico, legando gli aspetti di ottimizzazione della risorsa idrica con quelli della riqualificazione paesaggistica ed ambientale.


Dal 1990 ad oggi ha collaborato con varie istituzioni: l’Istituto Superiore di Sanità, l’Università di Ingegneria di Roma, l’Università di Architettura di Roma, etc.; ha partecipato a numerosi progetti Europei (Thermi, Med-Urbs, Urban, Cascade, Pass,Rever-Med) ed ha collaborato alla progettazione di numerosi impianti di fitodepurazione, curandone gli aspetti architettonici e paesaggistici.